La trasparenza amministrativa e il diritto di accesso: dalla Legge 241/1990 al D. Lgs. 97/2016

CODICE MEPA

AN20189

CITTA'

Milano

LOCATION

Hotel  Bristol, Via Scarlatti, 32 tel. 0220124    sito internet

DATA

venerdi', 09 Marzo 2018

RELATORI

 Avv. Margherita  BERTIN – Avvocato Amministrativista – Autore di pubblicazione in materia 

PROGRAMMA

La normativa in materia di trasparenza:
  • Dalla legge 241/90 al decreto legislativo 97/2016, attraverso la legge 190/2012, il decreto legislativo 33/2013, la Legge Madia (n. 124/2015) e il decreto legislativo 97/2016.
  • La public review e l’accountability, la pubblicazione, la trasparenza e la diffusione delle informazioni ed il Freedom of Information Act (FOIA).
Il diritto di accesso:
  • Le fonti, i soggetti attivi e passivi, i controinteressati, l’oggetto dell’accesso, esclusioni e limitazioni. L’interesse e le recenti riforme che lo riguardano. Il procedimento.
  • Le diverse forme di accesso previste dall’ordinamento:
  • l’accesso dei consiglieri comunali (art. 43 TUEL)
  • l’informazione ambientale (D. Lgs. 195/2005)
  • il nuovo accesso digitale nella Legge 190/2012
  • l’accesso nel nuovo codice dei contratti (D. Lgs. 50/2016).
  • Gli interventi del Garante della privacy in materia:
  • di diffusione dei dati di concorsi e graduatorie
  • di trattamento dei dati di salute
  • di comunicazione di dati personali del dipendente o della conoscenza di suoi dati diagnostici
  • di trattamento dei dati sensibili relativi a credo religiosi, mensa e asili nido
Il nuovo accesso civico:
  • Il nuovo art. 5 del Decreto Trasparenza:
  • confronto tra l’accesso con la L. 241/90 e l’art. 5 del decreto 33/2013 prima
     del D. Lgs.     97/2016
  • i soggetti attivi e passivi
  • i controinteressati
  • l’oggetto dell’accesso (documenti, atti, dati)
  • esclusioni e limitazioni
  • il procedimento
    • i primi interventi del Garante della Privacy ai sensi dell’art. 5, commi 7 e 8 del D.Lgs. 33/2013: i provvedimenti nn. 49 e 50 del 9 febbraio 2017 e n. 58 del 16 febbraio 2017
  • gli altri interventi
  • Le finalità del nuovo accesso civico a confronto con le finalità dell’accesso ordinario.
  • La sentenza del Consiglio di Stato n. 3631/2016.
Gli obblighi delle Pubbliche Amministrazioni in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni:
  • La nuova disciplina relativa agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni.
  • Le criticità relative alla pubblicazione web:
  • aspetti soggettivi e oggettivi, procedurali e sanzionatori.
  • La casistica del D. Lgs. 33/2013 a seguito delle modifiche apportate dal D. Lgs. 97/2016:
  • incarichi ad amministratori
  • dirigenti
  • determinazioni ed erogazioni di contributi
  • varianti urbanistiche
  • Gli orientamenti dell’ANAC e le Linee Guida:
  • la delibera 1309/2016: Linee guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico di cui all’art. 5, co. 2 del D.Lgs. 33/2013;
  • la delibera 1310/2016: Prime linee guida recanti
    indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel d.lgs.
    33/2013 come modificato dal d.lgs. 97/2016» e ne dispone la pubblicazione sul sito istituzionale dell’ANAC;
  • la delibera 241/2017: Linee guida recanti indicazioni sull’attuazione dell’art. 14 D.Lgs. 33/2013 “Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e i titolari di incarichi dirigenziali”.
  • l’ordinanza cautelare del Tar Lazio n. 1030/2017. La delibera Anac n. 382/2017 di sospensione delle Linee Guida sull’attuazione dell’art. 14. I primi commenti al riguardo.
  • l’affidamento di servizi legali: la bozza in consultazione
  • la delibera 317/2017: il rapporto tra l’art. 53 d.lgs. 50/2016, l’accesso documentale ex L. 241/1990, l’art. 43 del TUEL e l’accesso civico ex art. 5, comma 2 d.lgs. 33/2013
  • comunicato del Presidente del 17 maggio 2017
  • la questione di legittimità costituzionale dell’art. 14, comma 1 bis e 1 ter del d.lgs. 33/2013: l’ordinanza del Tar Lazio n. 9828/2017
  • La circolare n. 2/2017 del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione
  • Casistica della giurisprudenza TAR

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

390,00 + IVA 22%

ORARIO DI SVOLGIMENO

9.00-13.00 e 14.00-16.00

NOTE

La quota comprende: accesso alla sala lavori e materiale didattico
La direzione è lieta di offrire ai partecipanti la colazione di lavoro
 



logo Opera

NEWSLETTER

Iscriviti gratuitamente per essere aggiornato sui nuovi corsi
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SCARICA IL DURC

DURC

CERTIFICAZIONI

Certificazione