LA NUOVA DISCIPLINA DELLA RISERVATEZZA E DELLA TRASPARENZA SPIEGATA AI RESPONSABILI DEI SERVIZI

CODICE MEPA

AM 2018 111

CITTA'

Bari

LOCATION

Nicolaus Hotel,  Via A. Ciasca, 9 tel 0805682111 sito internet

DATA

giovedi', 22 Novembre 2018

RELATORI

Margherita  BERTIN – Avvocato Amministrativista – Autore di pubblicazione in materia 

DESTINATARI

Dirigenti e funzionari responsabili della trasparenza e privacy della Pubblica; incaricati al trattamento dei dati personali; Dirigenti e funzionari informativi, AA.GG., Personale, URP, Ufficio stampa, Comunicazione; Redattori siti web di tutta la PA

PROGRAMMA

Premessa introduttiva. Evoluzione storica
 
  • Cenni sull’evoluzione della legislazione in tema di protezione dei dati personali (dal decreto legislativo 196/2003, al regolamento europeo, fino allo schema di decreto legislativo) e sulla speculare legislazione in materia di trasparenza nella doppia valenza della pubblicazione e dell’accesso (dalla L. 142/1990, L. 241/1990, al Tuel);
  • Segue: la L. 190/2012 e il D.Lgs. 33/2013 come modificato dal D.Lgs. 97/2016: finalità e principi delle due materie
Le tipologie di dati  nella trasparenza e nella riservatezza
 
  • I dati: le definizioni di cui al GDPR e le indicazioni contenute nello schema di decreto legislativo
  • In particolare: i dati personali, genetici, biomedici e relativi alla salute (GDPR)
  • L’equiparazione espressa nello schema di D.Lgs. tra i dati sensibili e giudiziari ex D.Lgs. 196/2003 a quelli di cui all’art. 9 e 10 del GDPR
I soggetti della riservatezza e della trasparenza
 
  • I soggetti della riservatezza: il titolare ed il responsabile del trattamento, il DPO (cenni)
  • Segue: l’interessato, e i suoi diritti ed in particolare il diritto di accesso e il diritto all’oblio, le limitazioni
  • I soggetti della trasparenza: l’istante nel diritto di accesso e nel diritto di informazione, il controinteressato, il RPCT; il ruolo delle Pubbliche Amministrazioni
  • Le Autorità: l’Anac e il Garante
Le azioni
 
  • Le azioni nella riservatezza: il trattamento nella definizione del GDPR; presupposti, condizioni e modalità.
  • Le specificazioni dello schema di regolamento: la diffusione e la comunicazione.
  • Le azioni nella trasparenza: il diritto di accesso e la pubblicazione; condizioni, limiti.
  • I rapporti tra le azioni della trasparenza e quelle della riservatezza: accesso e pubblicazione e loro rapporto con comunicazione e diffusione di dati.
I meccanismi di tutela nella riservatezza e trasparenza
 
  • I meccanismi di tutela nella riservatezza; le previsioni del GDPR: il reclamo all’autorità di controllo, il ricorso giurisdizionale, le sanzioni contenute nello schema di decreto legislativo
  • I meccanismi di tutela nella trasparenza: la richiesta di riesame ed il ricorso giurisdizionale
Le responsabilità
  •  
  • Il sistema delle responsabilità nella disciplina della riservatezza e in quella della trasparenza
  • Comparazione tra l’abrogato art. 15 del D.Lgs. 196/2003 e l’art. 82 del GDPR: la responsabilità civile verso terzi e le condizioni dell’esonero da responsabilità
  • La responsabilità erariale
  • La responsabilità disciplinare
  • I casi affrontati dalla giurisprudenza
 
Il sistema della sicurezza
 
  • Le misure di sicurezza contemplate dal GDPR
  • Le conseguenze circa il mancato rispetto degli obblighi di sicurezza: la notifica della violazione all’autorità di controllo e la comunicazione della violazione all’interessato
  • La valutazione di impatto e la consultazione preventiva dell’autorità di controllo
 
Analisi di casi tratti dalla giurisprudenza e dal Garante in tema di rapporti tra riservatezza e trasparenza
 
  • Analisi dei casi in materia di:
  • Albo dei beneficiari
  • Diffusione dei dati dei concorsi e delle graduatorie
  • attività di gestione dei rapporti di lavoro
  • Comunicazioni al dipendente e alle ooss
  • comunicazione dati personali del dipendente
  • Accesso al luogo di lavoro
  • Trattamento dei dati di salute
  • La conoscenza dei dati diagnostici del dipendente
  • Il caso della denuncia all’Inail
  • I casi contemplati dalla Legge 104
  • pubblicità del collocamento obbligatorio dei disabili
  • Il trattamento dei dati sensibili afferenti le convinzioni religiose
  • Mensa e asili nido: gli accorgimenti pratici
  • Alienazione e assegnazione di alloggi di edilizia agevolata
  • I casi non contemplabili dal regolamento

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

390,00 + IVA 22%

ORARIO DI SVOLGIMENO

9.00-13.00 e 14.00-16.00

NOTE

La quota comprende: accesso alla sala lavori e materiale didattico
La direzione è lieta di offrire ai partecipanti la colazione di lavoro
 



logo Opera

NEWSLETTER

Iscriviti gratuitamente per essere aggiornato sui nuovi corsi
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SCARICA IL DURC

DURC

CERTIFICAZIONI

Certificazione