Il legittimo conferimento di incarichi professionali esterni: disciplina e limitazioni. Gli incarichi di patrocinio legale tra la giurisprudenza della Corte dei conti e le linee guida Anac. Gli incarichi autorizzabili ai pubblici dipendenti: giurisprudenza contabile per i casi di mancata comunicazione

CODICE MEPA

AN2019 103

CITTA'

Bari

LOCATION

Nicolaus Hotel,  Via A. Ciasca, 9 tel 0805682111 sito internet

DATA

lunedi', 21 Ottobre 2019

RELATORI

Cons. Riccardo PATUMI  in servizio presso la Sezione giurisdizionale della Corte dei conti per l’Emilia Romagna; componente delle Sezioni riunite della Corte dei Conti in sede di controllo per l’anno 2019; Presidente del Collegio dei revisori dei conti dell’Università dell’Insubria

DESTINATARI

Responsabili Anticorruzione, Segretari, Direttori, Dirigenti di Settori PP.AA

PROGRAMMA

Gli incarichi professionali esterni: nozione.
La normativa relativa agli incarichi.
I singoli presupposti di legittimità degli incarichi: l’impossibilità di utilizzare le risorse interne, la rispondenza alle competenze dell’ente, le esigenze di funzionalità, la corrispondenza ad obiettivi e progetti, la specializzazione “anche” universitaria, la temporaneità della prestazione (proroghe e rinnovi), l’alta qualificazione della prestazione, i limiti alle liste di accreditamento, la pubblicità degli avvisi di selezione, la proporzionalità del compenso e la motivazione del conferimento.
I vincoli introdotti dalla legge di stabilità 2013: normativizzato il divieto di rinnovo, limitata la possibilità di ricorso alle consulenze informatiche ed esteso l’ambito di applicabilità dell’art. 7, co. 6, alle società strumentali che abbiano un fatturato di oltre il 90% in favore delle P.A.
Le modifiche all’art. 7, comma 6 introdotte dal d. lgs. 75/2017.
Codice di comportamento dei dipendenti pubblici e obblighi di condotta a carico degli incaricati esterni all’ente.
Le materie escluse dalla procedura per il conferimento degli incarichi:  contratti di appalto, progettazione direzione lavori e collaudi, organi di controllo, adempimenti obbligatori per legge, collaborazioni di staff, particolare urgenza, prestazioni professionali non comparabili e collaborazioni occasionali.
Le materie che la Corte dei conti considera non escluse dalla disciplina degli incarichi. Gli incarichi di modico valore.
Incarichi professionali e appalti di servizi: ambito di applicabilità del codice dei contratti pubblici. La discrezionalità della P.A. nella scelta tra affidamento di un incarico esterno e stipulazione di un appalto di servizi. Le scelte potenzialmente elusive. Una società può partecipare alla selezione per l’affidamento di un incarico professionale esterno?
La disciplina regolamentare degli incarichi da parte degli enti locali.
I singoli obblighi di pubblicazione degli incarichi e la responsabilità connessa alla violazione: soggetto competente a accertare la responsabilità.
Il taglio delle risorse destinate agli incarichi. Il limite previsto. Responsabilità connesse alla violazione.
Conferimento degli incarichi a dipendenti pubblici anche alla luce della legge anticorruzione: l’autorizzazione e le attività non soggette ad autorizzazione. L’incarico conferito da una P.A. ad un proprio dipendente. Comunicazione e regime delle sanzioni. La giurisprudenza contabile.
Le disposizioni introdotte dalla legge anticorruzione: il conflitto “anche potenziale” di interessi e le sanzioni conseguenti alle violazioni della normativa. Nuova disciplina degli incarichi vietati e delle preclusioni. Obblighi di comunicazione.
Il divieto di conferimento di incarichi a dipendenti in pensione di anzianità che abbiano svolto attività lavorativa presso l’ente. Posizione della Corte dei conti.
La procedura per l’affidamento degli incarichi: avviso pubblico, comparazione e motivazione. La predeterminazione dei criteri di aggiudicazione. Cosa s’intende per “procedura comparativa”? Gli eventuali colloqui orali.
Il conferimento di incarichi da parte di società a partecipazione pubblica di controllo. La “partecipazione pubblica di controllo”. Gli obblighi delle partecipate in materia di incarichi. Il controllo da parte dell’ente locale. Obblighi dell’ente locale in sede regolamentare. Responsabilità dell’ente locale.
Regime della responsabilità da incarichi illeciti: responsabilità per liquidazione di compenso eccessivo. Omissione della procedura comparativa. Responsabilità del dipendente per  incarichi non autorizzato: determinazione del danno;
Regime dei controlli. Controllo sulla gestione e controlli di legittimità. Controllo sui regolamenti: obblighi degli enti locali a seguito delle delibere della Corte sui regolamenti.
 
L’affidamento dei servizi legali. Brevissimi cenni sulla situazione antecedente il codice dei contratti pubblici.
Le linee guida Anac: i pareri del Consiglio nazionale forense e del Consiglio di Stato; la natura giuridica delle linee guida; distinzione tra il singolo patrocinio e gli appalti di servizi; la ricognizione delle risorse interne; procedura e principi rilevanti nell’affidamento di una singola lite; la predisposizione di elenchi; equa ripartizione degli incarichi e rotazione; casi di affidamento diretto; la valutazione del conflitto d’interessi del professionista; presupposti e disciplina applicabile agli appalti di servizi.
La posizione della Corte dei conti, espressa dalla Sezione controllo Emilia-Romagna con la deliberazione n. 144 dell’11 dicembre 2018: in presenza di elenchi è possibile, in caso di urgenza, procedere ad affidamenti extra elenco? Residualità della possibilità di utilizzare lo strumento dell’appalto di servizi: ragioni. Affidamento di consulenze extra lite. La selezione, dall’elenco, degli operatori tra i quali svolgere la selezione. Valutazione della congruità del compenso.
Compenso: l’applicazione, da parte degli enti pubblici, del principio dell’equo compenso: giurisprudenza. Possibile/opportuno chiedere un parere al Consiglio dell’ordine? Legittima la previsione di incarichi legali senza compenso? Possibile la stipulazione di un patto pro quota lite?
Competenza a promuovere o a resistere alle liti: giurisprudenza. Decisione di ricorrere ad un legale esterno e individuazione dello stesso nella recentissima giurisprudenza della Corte dei conti: competente l’organo di indirizzo politico o il dirigente competente?
Altre pronunce del giudice contabile e del giudice amministrativo sull’affidamento dei servizi legali
La dottrina sull’affidamento dei servizi legali.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

390,00 + IVA 22%

ORARIO DI SVOLGIMENO

9.00-13.00 e 14.00-16.00

NOTE

La quota comprende: accesso alla sala lavori e materiale didattico
La direzione è lieta di offrire ai partecipanti la colazione di lavoro
 



logo Opera

NEWSLETTER

Iscriviti gratuitamente per essere aggiornato sui nuovi corsi
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SCARICA IL DURC

DURC

CERTIFICAZIONI

Certificazione