DAL TFS AL TFR E LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE NEL PUBBLICO IMPIEGO. IL WELFARE NEL PUBBLICO IMPIEGO ALLA LUCE DEL CCNL 2016-2018

CODICE MEPA

RU 2020 83

CITTA'

Milano

LOCATION

Hotel  Bristol, Via Scarlatti, 32 tel. 0220124    sito internet

DATA

martedi', 18 Febbraio 2020

RELATORI

Dott. Maurizio SARTI, Direttore Fondo Perseo Sirio

OBIETTIVI

Il corso, con taglio prevalentemente pratico-operativo, si propone di passare in rassegna ed analizzare in dettaglio i seguenti punti:
 
  • le principali differenze fra il trattamento di fine servizio (TFS) ed il trattamento di fine rapporto (TFR), gli effetti dell’adesione ad un Fondo Pensione negoziale e gli effetti della trasformazione del TFS in TFR;
  • l’istituto della previdenza complementare, le diverse forme di previdenza complementare, come funzione nel settore pubblico e i Fondi Pensione negoziali, l’organizzazione e i controlli;
  • la nascita del Welfare nel pubblico impiego alla luce dei CCNL 2016 – 2018 e il confronto con il settore privato.

DESTINATARI

Operatori dell’ ufficio personale, ragioneria e nelle attività di controllo e di analisi dei dati stipendiali. Comandante PM

PROGRAMMA

  1. Tra Stato Sociale e Welfare
    1. La previdenza come fattore dello Stato Sociale
    2. La finalità del risparmio previdenziale
    3. La previdenza complementare
      1. Le origini (D.Lgs 124/1993)
      2. La riforma (D.Lgs. 252/2005
      3. Le forme pensionistiche complementari
  2. Dal TFS al Fondo Pensione Complementare
  3. Le fonti normative e l’evoluzione della trasformazione dei TFS in TFR
  4. Dai TFS al TFR
    1. I TFS e i diversi sistemi di calcolo
      1. L’Indennità Premio di Servizio (IPS)
      2. L’Indennità di Buonuscita (IBU)
      3. L’Indennità di Anzianità (IA)
    2. Il TFR e il sistema di calcolo
    3. Il trattamento fiscale dei TFS
    4. Il trattamento fiscale del TFR
  5. Il DPCM 20 dicembre 1999 aggiornato
  6. Il confronto tra TFS e TFR
    1. Alcuni esempi
  7. L’opzione al TFR e l’adesione al FPn
    1. Le modalità di trasformazione
    2. Alcune simulazioni
  8. La previdenza complementare nel Pubblico Impiego
    1. L’adesione volontaria
    2. L’adesione contrattuale (art. 56quater CCNL Funzioni Locali 2016 – 2018)
    3. I costi
      1. Spese direttamente a carico dell’aderente
      2. Spese indirette in percentuale sul patrimonio
      3. FPa e FPn a confronto
    4. I costi per il datore di lavoro
      1. La contribuzione ordinaria
      2. La contribuzione contrattuale
      3. Il contributo di solidarietà
    5. La contribuzione al Fondo Pensione Negoziale
      1. Contributi reali e figurativi
      2. La rivalutazione della contribuzione figurativa
    6. La gestione dei contributi
      1. Il Comparto Garantito
        1. A chi è destinato
        2. Come è composto
        3. La garanzia
        4. I risultati finanziari
      2. Il Comparto Bilanciato
        1. A chi è destinato
        2. Come è composto
        3. I risultati finanziari
    7. Le prestazioni
      1. Prima del pensionamento
        1. Cessazione del rapporto di lavoro senza diritto a pensione
        2. Caso morte
        3. In costanza del rapporto di lavoro
          1. anticipazioni
          2. Trasferimento
          3. Sospensione della contribuzione
      2. La Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (RITA)
        1. Requisiti
        2. Modalità di erogazione
      3. Le prestazioni al pensionamento
        1. La rendita complementare di vecchiaia
        2. La rendita complementare di anzianità
        3. La prestazione in forma mista (rendita e capitale)
        4. La prestazione interamente in capitale
      4. Le diverse tipologie delle rendite
    8. Il trattamento fiscale della previdenza complementare del Pubblico Impiego dall’1.1.2018
      1. Dei contributi
      2. Dei rendimenti
      3. Delle prestazioni
      4. Il trattamento fiscale prima della Legge 27 dicembre 2017, n. 205, art. 1, c. 156
      5. La sentenza della Corte Costituzionale n.218 del 17 luglio 2019
        1. Il contenuto
        2. Gli effetti
  9. Le posizioni individuali nel Fondo di previdenza complementare negoziale Perseo Sirio
  10. Ciò che resta delle differenze tra settore pubblico e settore privato
  11. L’organizzazione e i controlli di Fondo Perseo Sirio
    1. Gli Organi
    2. La Struttura
    3. La COVIP (Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione)
    4. I controlli secondo la IORP II (D. Lgs. n. 147/2018, che ha recepito la Direttiva UE 2016/2341)
  12. Le prospettive della previdenza complementare
  13. Il welfare integrativo nei CCNL del settore pubblico 2016 -2018
    1. La normativa contrattuale
    2. L’accordo di welfare integrativo della Regione Emilia Romagna
    3. Le differenze tra pubblico e privato

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

390,00 + IVA 22%

ORARIO DI SVOLGIMENO

9.00-13.00 e 14.00-16.00

NOTE

La quota comprende: accesso alla sala lavori e materiale didattico
La direzione è lieta di offrire ai partecipanti la colazione di lavoro
 



logo Opera

NEWSLETTER

Iscriviti gratuitamente per essere aggiornato sui nuovi corsi
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SCARICA IL DURC

DURC

CERTIFICAZIONI

Certificazione