I CODICI DI COMPORTAMENTO GENERALE E DI AMMINISTRAZIONE: LE LINEE GUIDA ANAC DEL 2020 E LO SMART WORKING



WEBINAR – IN LIVE STRAMING

DATA

lunedi', 12 Settembre 2022

RELATORI

Dott. Riccardo PATUMI - Consigliere della Corte dei conti, autore dell’opera “I codici di comportamento dei dipendenti pubblici e l’elaborazione del codice di amministrazione”

OBIETTIVI

Con delibera n. 177, del 19 febbraio 2020, l’Anac cha approvato le nuove linee guida in materia di codici di comportamento delle amministrazioni pubbliche. 
L’Autorità ha chiarito che i codici di comportamento adottati dalle pubbliche amministrazioni devono rispettare le prescrizioni contenute in queste ultime linee guida. Ne consegue l’onere, per gli enti pubblici, di aggiornare i propri codici, onere che si aggiunge a quello di formare, in materia, il personale.
Il corso, rivolto al personale incaricato di redigere il codice di amministrazione,  è finalizzato ad esporre i contenuti del codice generale, le possibili norme del codice di amministrazione e le indicazioni fornite dall’Anac con le linee guida del 2020, le quali saranno commentate, unitamente all’aula, sulla base di un taglio estremamente pratico
 

 

DESTINATARI

Responsabili Anticorruzione, Segretari, e tutti i funzionari incaricati di redigere il codice di comportamento aziendale

PROGRAMMA

•    Lo smart working: telelavoro, smart working ordinario e smart working emergenziale. I doveri del personale, obiettivi e reportistica, il diritto alla disconnessione. Il ruolo dei dirigenti.  Le possibili norme del codice di amministrazione.
•    Cenni sul codice di comportamento generale.
•    Le linee guida Anac del 2020. I singoli contenuti. Valore delle linee guida.
•    Il problema dell’estensione degli obblighi di condotta. 
•    Soggetti tenuti all’adozione dei codici di comportamento e personale obbligato a rispettarli.
•    La struttura del codice di amministrazione.
•    Legittimo sanzionare un dipendente che abbia violato una norma del codice generale o di amministrazione con un comportamento che non sia al contempo in contrasto con un obbligo di cui all’art. 57 del CCNL?  Fondamento giuridico.
•    Il problema della definizione della corrispondenza tra la violazione dei doveri e le sanzioni applicabili, alla luce della competenza intestata alla contrattazione collettiva.
•    Regali: i tre divieti previsti. Il “modico valore”. La stima del valore. La destinazione da dare ai regali ricevuti fuori dai casi consentiti.
•    Il conflitto d’interessi: nozione. Conflitto di interessi reale, potenziale, percepito e apparente: differenze (in particolare, la differenza tra conflitto percepito e apparente). L’abuso d’ufficio. Conseguenze della mancata astensione.
•    Il codice di comportamento definito da ciascuna Pubblica Amministrazione. 
•    Il raccordo con il piano triennale di prevenzione della corruzione e con il sistema della performance. 
•    La specificazione delle regole contenute nel codice generale. Regali (eventuale rimodulazione del modico valore, disciplina del cumulo, l’utilizzo dei regali ricevuti fuori dai casi consentiti), estensione degli obblighi di condotta e individuazione degli obblighi compatibili, comportamenti nei rapporti privati (utilizzo dei social network), comportamenti in servizio (la ripartizione del carico di lavoro, l’uso di social network durante l’orario di lavoro), rapporti con il pubblico e con i mezzi di comunicazione, la partecipazione ad associazioni, la comunicazione degli interessi finanziari, contratti e altri atti negoziali (disciplina dei contratti per adesione), ecc.
•    Conflitto di interessi e astensione. Differenza tra la disciplina da dare al conflitto di interessi percepito e a quello apparente.  La segnalazione: obbligo di astensione o di comunicazione della presunta situazione di conflitto? La motivazione da parte del responsabile del settore in merito alla decisione sulla segnalazione del conflitto. Attività vincolate e conflitto di interessi. Caso di unico dipendente competente a trattare la pratica. La dichiarazione dei componenti le commissioni di concorso.
•    La definizione di ulteriori regole per i settori a maggior rischio corruzione.
•    Verrà esaminata una proposta di codice di amministrazione e ne saranno commentati e discussi, insieme ai partecipanti, i possibili contenuti
 

 

ORARIO DI SVOLGIMENTO

ore 9.00-13.00 

NOTE

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Primo partecipante - € 290

Secondo e terzo partecipante - € 270

A seguire - € 230

La quota comprende: accesso all’aula virtuale, materiale didattico, attestato di partecipazione e replay del corso per 30 giorni dalla data di svolgimento del corso (su richiesta)

 

La quota di partecipazione varia in base al numero di partecipanti di ciascuna Amministrazione

Le quote si intendono  ad utente + IVA (se dovuta)

(Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72)

(Si applica il bollo di € 2 a carico del cliente per fattura esclusa IVA di valore superiore a € 77,47)

 

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

E’ possibile iscriversi al corso telematicamente accedendo al sito www.operabari.it, entrando nella sezione specifica del corso ed utilizzando il tasto “iscriviti on-line” presente in fondo alla pagina.

Diversamente è possibile contattare i nostri uffici:

segreteria@operabari.it

0804676784

 

MODALITÀ DI PAGAMENTO

Versamento della quota con bonifico bancario intestato a OperA SRL

BPER BANCA – IT57D0538704005000043104884

INTESA SAN PAOLO – IT59U0306941753100000002114

 

TEST DI VALUTAZIONE DEL’APPRENDIMENTO (OPZIONALE)

E’ possibile richiedere la somministrazione del test di verifica dell’apprendimento per il rilascio dell’attestato di superamento con profitto del corso.

n.b. La richiesta dovrà pervenire entro tre giorni dalla data del corso.

 

FRUIZIONE E REQUISITI TECNICI

  • Registrazione in piattaforma

Per accedere al corso è necessario, qualora non già presenti, registrarsi alla piattaforma cui accedere dalla sezione “area riservata” del sito di OperA (www.operabari.it) oppure direttamente dal seguente link www.operapa.it/learning.

Diversamente i nostri operatori provvederanno ad effettuare la registrazione in piattaforma ed una email avviserà l’iscritto inviando le credenziali di accesso all’indirizzo indicato in fase di iscrizione al corso. L’indirizzo email corrisponderà al nome account per accedere alla piattaforma.

La password e strettamente personale e non nota ai nostri operatori. In caso di smarrimento utilizzare l’apposita funzione oppure rivolgersi ai nostri uffici.

 

  • Accesso al corso

Una volta effettuata la registrazione in piattaforma una seconda email confermerà invece la possibilità di accedere nella sezione specifica del corso dove l’utente troverà il pulsante per collegarsi al webinar e le altre funzionalità (download del materiale didattico, dell’attestato di partecipazione, questionario della qualità, domande al docente e accesso al replay). Nella stessa email sono contenute tutte le istruzioni di fruizione dell’attività formativa.

 

  • ZOOM

E’ consigliato dotarsi del software o dell’app di ZOOM sul dispositivo su cui si seguirà il corso.

E’ fondamentale non utilizzare una VPN specie perché la piattaforma è fruibile da qualunque dispositivo connesso ad internet.

Per maggiori informazioni e assistenza è possibile rivolgersi alla segreteria di Opera al numero 0804676784


Webinar


logo Opera

NEWSLETTER

Iscriviti gratuitamente per essere aggiornato sui nuovi corsi
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SCARICA IL DURC

DURC

CERTIFICAZIONI

Certificazione